La Nasa sta nascondendo una cupola aliena su Marte

Social Sharing

Un gruppo di cacciatori di Ufo accusa la Nasa. Un’accusa pesante e tutt’altro che campata in aria. Secondo gli esperti, l’agenzia spaziale statunitense avrebbe nascosto i resti archeologici di un’antica civiltà marziana. A provarlo ci sarebbero fotografie e filmati veri perché di proprietà della stessa Nasa. Uno degli scatti incriminati immortalerebbe una cupola artificiale, ripresa dal Rover Opportunity, probabilmente costruita quando su Marte c’era ancora vita. È una immagine straordinaria – spiegano gli ufologi – la cupola sembrerebbe riflettere la luce del sole, quindi non si tratterebbe di una roccia ma di una costruzione in metallo.

“Abbiamo sempre sostenuto che Marte sia abitato” è l’affermazione choc di fari ufologi, che però, non esclude anche un’altra ipotesi: E se la Nasa avesse messo a punto un programma spaziale segreto con tanto di flottiglia spaziale a supporto?. A riprova di questa tesi ci sarebbero, infatti, le numerosissime testimonianze della presenza di strutture molto simili sulla Luna. Sulla superficie lunare, però, quelle che possono sembrare strutture artificiali sono il risultato di migliaia di anni di impatti di meteore e asteroidi.

Nel novembre 2014, una astronauta aveva raccontato alla Coast to Coast AM di aver preso parte al progetto Viking terminato nel 1982, come membro di un team segreto. Sono 27 anni che vivo con un dubbio nato durante la missione Viking – aveva svelato alla radio americana – ho visto due figure umanoidi vestite come astronauti camminare su Marte. Si sono avvicinate al Viking Explorer, poi la trasmissione si è interrotta. La Nasa non ha confermato le rivelazioni dell’astronauta ma non le ha nemmeno smentite. Anche perché il team era formato da altre sei persone.


Social Sharing

Autore dell'articolo: Admin

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.