La Morte Nera sbarca a Lattakia, ISIS nel panico?

Social Sharing

Stando a quanto riportato dalla stampa Siriana, nel corso della giornata di ieri e questa mattina, La-Morte-Neranuove unità di Mosca hanno raggiunto il porto di Lattakia. In questo caso, sono i fanti della marina russa, soprannominati “La Morte Nera”, ad essere schierati contro il terrore dello Stato islamico e queste unità di élite sono famose per la loro capacità di combattimento e l’abilità di confrontarsi con qualunque situazione si sviluppa sul campo.

Secondo gli ufficiali del comando congiunto, il numero di soldati russi ora stazionati in Siria è vicino alle 1’500 unità, senza contare le decine di consiglieri e specialisti nei vari sistemi di arma che stanno mettendo a disposizione dell’esercito di Damasco le loro competenze e la loro professionalità.

Il numero di personale militare di Mosca è destinato a raddoppiare nelle prossime settimane in previsione di un attacco di terra diretto contro le milizie integraliste di Nusra, particolarmente forti nella zona di Idlib. Nel frattempo, la coalizione anti ISIS creata dalla Russia cresce e può annoverare ora Libano, Egitto, Cina, Iran ed Iraq.

Gli USA sono così messi da parte e questa sterzata in Medio Oriente non ha precedenti nella storia recente, quando Washington faceva il bello e il brutto tempo come e quando voleva. La Russia è tornata con tutto il suo peso sulla scena mondiale, senza però decidere azioni unilaterali dalle conseguenze tragiche: tutte le azioni sono coordinate con gli attori regionali, la vera chiave della sconfitta dello Stato islamico, che a questo punto potrebbe avvenire in un lasso di tempo ragionevole.

Il primo filmato alla fine di questo articolo mostra esercizi di tiro dell’esercito russo, avvenuti nel porto di Tartous, mentre il secondo riprende un equipaggio di Mosca impegnato a tirare contro i terroristi.


Social Sharing

Autore dell'articolo: Admin

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.