Adolf Hitler è morto, pochi anni fa, in Brasile! Leggi la sconvolgente verità

Social Sharing

hitler-americaIl Führer della Germania non sarebbe morto suicida il 30 aprile 1945 nel bunker situato circa 8 metri sotto il giardino della Reichskanzlei, a Berlino, ma in Brasile. Quarant’anni dopo, e non suicida.

Lo hanno visto dovunque. Il numero di segnalazioni del Führer vivo e vegeto nonostante una morte raccontata da tutti i libri di storia è secondo solo a quelle del buon Elvis Presley. Che potrebbe essere anche il nostro vicino di casa e nessuno si stupirebbe più di tanto.

A tal proposito, sta facendo scandalo un libro uscito di recente, che dice appunto che Hitler sarebbe vivo, e avrebbe trascorso gli ultimi anni della sua vita in Brasile, con una donna di colore che gli ha fatto da moglie.
Questa volta l’ultima verità sul ‘Cancelliere del Reich’ arriva dal Brasile Porta la firma di Simoni Renee Guerreiro Dias. Una giornalista sudamericana (che insegna Educazione artistica), che da qualche giorno sta facendo impazzire il web con un libro che reca, in calce, una foto di Adolf Hitler, abbracciato con una ragazza di colore, e datata 1980!

Hitler finse il suicidio e si rifugiò nello stato brasiliano del Mato Grosso, al confine con la Bolivia! Dunque Hitler non avrebbe fatto altro che fingere il suicidio, per poi rifugiarsi in un impenetrabile paradiso!

Il libro è apparso in Italia qualche giorno fa. E si è guadagnato subito l’attenzione dei media. Ma c’era da aspettarselo. Perché la tesi sostenuta dall’autrice non è affatto nuova. Anzi.
Sono anni che si favoleggia di un presunto piano di fuga di tutti i dirigenti nazisti.
L’Operazione venne chiamata ‘Odessa’ e venne messa a punto da Heinrich Luitpold Himmler, quando si rese conto che ormai era tutto perduto, e permettere ai gerarchi fascisti e ai capi delle SS sopravvissuti alla guerra, di raggiungere mete sicure passando di monastero in monastero.


Social Sharing

Autore dell'articolo: Admin

Lascia un commento